vita due - Parmachiostro

Gli amici di Sant'Uldarico on Facebook
Vai ai contenuti

Menu principale:


Avvento 18 - Seconda Domenica
I  ragazzi del dopocresima
preparandosi al Natale ...



e attuando i suggerimenti del Vangelo della seconda domenica d'avvento, hanno "abbassato i monti e alzato le valli" in modo da facilitare il cammino di Gesù verso di noi e così potergli dire:

Vieni, Signore,
a visitarci nella pace:
con cuore nuovo
tutti faranno festa per te.

Per far giungere a tutti - senza paure e a grande voce - la bella notizia della venuta del Signore, han pensato di raffigurare un megafono rosso, potente come la voce di Giovanni che gridava nel deserto.
Hanno poi pensato di rappresentare il cammino che porta a Gesù, con delle orme di vari colori, per dire che Gesù non ha preferenze di persone: per Lui tutti sono fratelli da salvare e persone con le quali vivere in amicizia vera.
Nella composizione metteranno la seconda candela d'Avvento, con nastro viola, detta "di Betlemme", per ricordare la città dov'è nato il Messia.











«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».
(Lc 3,6)




... e i ragazzi del  catechismo
preparando  il "presepio speciale"  ...








... scoprono chi è San Giuseppe

San Giuseppe, sposo di Maria, è la persona che ha fatto da papà a Gesù, salvandolo dal Re Erode che lo voleva uccidere.
Morto Erode, Giuseppe, che era fuggito in Egitto, tornò a Nazareth. Lì, con Maria, non solo insegnò a Gesù come amare Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze, ma anche a fare il falegname.
Gesù, quando sarà grande, insegnerà che chi fa del bene ai bambini soli, ai poveri e ai sofferenti, diventa loro papa' e loro mamma.
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu